Cerca
Close this search box.
  • Home
  • Catania
  • “Grounded”, lo spettacolo pluripremiato di George Brant arriva a Catania

“Grounded”, lo spettacolo pluripremiato di George Brant arriva a Catania

5 Aprile 2022
Catania
Teatro Verga
Martedì, giovedì e sabato alle 20.45, mercoledì e venerdì alle 17.15, domenica alle 17.30
27.75 euro

I biglietti sono acquistabili su TicketOne.it

Grounded

Dopo l’incredibile successo e il pluripremiato debutto nel 2013 al Fringe Festival di Edimburgo, Grounded ha preso vita nel Gate Theatre a Notting Hill, Londra, per poi approdare sui palcoscenici di New York, e ha fatto conoscere il talento del suo autore, George Brant.

Adesso arriva a Catania, al Teatro Verga, dal 5 al 10 aprile. Aspro, tagliente, feroce come una mitragliata, Grounded pone al centro della scena una pilota dell’aviazione degli Stati Uniti: orgogliosa Top Gun, macchina da guerra indistruttibile al comando del suo F16. Ma una sera un uomo entra nella sua vita. Si amano. Lei rimane incinta. Dovrà smettere di volare, di stare in mezzo a quel blu che tanto adora. È richiamata a quella che definisce “poltronautica”: in poltrona, a terra, “grounded” appunto. Diventa pilota di drone.

Sarà così che, in una base nascosta nel deserto americano, scoprirà un’altra guerra, un altro modo di volare e distruggere, di controllare e punire. È la guerra contemporanea. Asettica, scientifica, grigia. Però qualcosa in lei si modifica. La tensione cresce, la consapevolezza aumenta, il disagio la attanaglia.

Grounded, recensito entusiasticamente dai giornali inglesi, è un lavoro che porta sulla scena, in una prospettiva femminile, la crudezza di un tempo che non può lasciare testimoni. Eppure resta quel velo di umanità che potrebbe – ma veramente? – cambiare qualcosa.

Nella traduzione di Monica Capuani, con la regia di Davide Livermore e l’interpretazione di un’attrice di talento come Linda GennariGrounded si avvale di un impianto scenico che coinvolge straordinariamente ogni singolo spettatore: un’esperienza immersiva, che vola dal cielo ai meandri più dolorosi dell’animo umano.

Condividi su

ti potrebbe interessare anche