Cerca
Close this search box.
  • Home
  • Enna
  • Palio dei Normanni: Walter Nudo protagonista della più antica rievocazione storica d’Italia

Palio dei Normanni: Walter Nudo protagonista della più antica rievocazione storica d’Italia

12 Agosto 2023

14 Agosto 2023

Piazza Armerina
Centro città
Ingresso libero
palio dei normanni

Si rinnova l’appuntamento con il Palio dei Normanni a Piazza Armerina, giunto alla 68esima edizione. Quest’anno sarà Walter Nudo a vestire i panni del Conte Ruggero dal 12 al 14 agosto, per la più antica manifestazione in costume storico d’Italia.

Il Palio dei Normanni, una tradizione secolare

Il Palio dei Normanni è un evento noto in tutta la Sicilia. Ogni anno, la manifestazione rievoca la guerra per la liberazione della Sicilia dai Saraceni, con feste medievali, musiche e balli, il tutto rigorosamente in costume.

La manifestazione affonda le sue origini tra la fine del XVII e gli inizi del XVIII secolo. All’epoca le dodici confraternite della città organizzarono per la prima volta un corteo storico, noto come la “Cavalcata“, in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima delle Vittorie. Questo appellativo è ancora oggi usato dagli abitanti per indicare il Palio.

Oltre 600 figuranti in costume partecipano alla rievocazione storica, che fa parte della FIGS (Federazione Italiana Giochi Storici).

Il programma

L’evento centrale è rappresentato dalla Quintana del 14 agosto, quando i cavalieri che rappresentano i quartieri storici della città si sfidano in una giostra di abilità a cavallo.

La sfida prevede 4 prove di abilità da effettuare al galoppo:

  • colpire con la lancia da gara lo scudo del fantoccio che rappresenta il Saraceno ;
  • colpire con la mazza da gara lo scudo del Saraceno;
  • centrare con la lancia e afferrare un anello sul Saraceno;
  • lanciare un giavellotto e centrare un anello a 5 metri di altezza.

Alla squadra del quartiere che realizza nelle prove il maggiore punteggio viene assegnato il Palio, ovvero una copia del Vessillo papale raffigurante “Maria SS. delle Vittorie” che sarà conservato per l’intero anno nella parrocchia del quartiere.

Condividi su