• Home
  • Fiere e Mercatini
  • “Zagara d’autunno”, torna a Palermo la mostra mercato dedicata agli appassionati di botanica

“Zagara d’autunno”, torna a Palermo la mostra mercato dedicata agli appassionati di botanica

28 Ottobre 2022

30 Ottobre 2022

Palermo
Orto Botanico
Venerdì dalle 12.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle 9.00 alle 18.00
4 euro (venerdì), 5 euro (sabato e domenica), 2 euro ridotto, gratis bambini sotto i 6 anni

Biglietti acquistabili online

zagara d'autunno

L’Orto Botanico di Palermo ospiterà la XXIII edizione di Zagara d’Autunno. Dal 28 al 30 di ottobre la mostra mercato del florovivaismo riaprirà i cancelli agli appassionati di botanica e di verde.

Tre giorni di acquisti green, mostre, workshop, giardinaggio, presentazioni di libri con gli autori. A fare la star sarà quest’autunno il castagno, albero generoso, declinato nella sua biodiversità vegetale, presente in tutte le regioni d’Italia. La Sicilia ne annovera due veri campioni centenari nel territorio etneo, ma molti si trovano anche sulle alte Madonie. Ogni anno sono centinaia i palermitani che si ritrovano a Zagara, con le famiglie e i più piccoli, per passeggiare immersi tra le piante storiche, ammirare i viali, fotografare ed esplorare le serre dell’Orto.

I biglietti per la mostra mercato sono acquistabili online.

Zagara d’autunno, il programma nel dettaglio

Venerdì 28 ottobre

Venerdì 28 alle 12.00 si inaugura la 23esima edizione della Zagara con la mostra dal titolo “Il Castagno e l’uomo” a cura del Centro Studi e Documentazione sul Castagno di Firenze, con il contributo dell’Università di Torino.

La mostra racconterà la biodiversità di questa specie, alberi che alimentano la tradizione, danno legname e frutti da cui si ricavano farine molto utilizzate nella gastronomia e nella pasticceria nazionale.

Particolare attenzione sarà dedicata ai giganti siciliani che vivono all’interno del parco dell’Etna, il Castagno dei cento cavalli ed il Castagno della nave, due patriarchi viventi che sono stati recentemente oggetto di studio e di visita da parte di esperti italiani e stranieri in occasione del Convegno internazionale sugli alberi monumentali conclusosi a metà ottobre.

La mostra resterà allestita nella sala centrale del Gymnasium fino a lunedì 31 ottobre e sarà visitabile secondo gli orari di apertura di Zagara d’Autunno (9.00-18.00).

Sabato 29 ottobre

Sabato 29 ottobre dalle 9.00 alle 13.00 spazio al convegno scientifico “Orti Botanici tra ruolo scientifico e funzione museale”. Sempre venerdì dalle 9.00 sarà visitabile per tutto il weekend e sino a fine novembre nella sala Tineo, la mostra personale dal titolo “LYMPA” dell’artista palermitana Aurora Di Girolamo. L’esposizione è a cura di Maria Chiara Trapani.

Sabato dalle 10 alle 11.30, nello stand della AMAO, appuntamento da non perdere per gli appassionati di orchidee tropicali. Un incontro sulla cura delle piante in casa con un laboratorio dimostrativo di rinvaso e montaggio delle orchidee in zattere di sughero, oltre alla visita guidata alla serra delle orchidee.

Alle 15 nello spazio sotto al ficus Tineo, avvio alle presentazioni dei libri con il volume dal titolo “L’ Oro d’Italia” di Fabio Frittella. Partecipa Giuseppe Gini, presidente regionale FAI Fondo Ambiente Italiano e del Gruppo FAI Giovani di Palermo ed Agrigento. Modera l’incontro Elisabetta Pozzetti, caporedattrice del mensile Ville&Giardini e floreal designer.

Si prosegue alle 17.00 con l’inaugurazione della collezione di antichi agrumi dell’Orto Botanico a cura del Giardino della Kolymbethra di Agrigento, del FAI e della fondazione Radicepura di Giarre. Chiude la seconda giornata, in sala Lanza, dalle 17.00 alle 19.30, l’incontro con gli esperti sul tema del castagno e dei suoi prodotti. Ne parlano Elvio Bellini, Gabriele Beccaro, Rosario Schicchi, modera il direttore del SiMuA Paolo Inglese.

Domenica 30 ottobre

Domenica 30 ottobre, oltre alla visita della mostra del Gymnasium, dalle 9.00 sarà possibile partecipare sotto lo spazio del Ficus Tineo conferenza dal titolo “Uno sguardo alla fantastica famiglia delle Araceae”, a cura del biologo palermitano Tancredi Fogazza.

In sala Lanza seguono gli appuntamenti culturali. Dalle 11.00 la presentazione del volume dell’esperto botanico, paesaggista e scrittore milanese Antonio Perazzi dal titolo “I giardini invisibili”, modera Giuseppe Barbera. A seguire, presentazione del libro di Francesco Ferrini e Ludovico Del Vecchio dal titolo “Resistenza Verde, manuale di autodifesa ambientale”, che affronta i temi dei molti mali causati al mondo vegetale dall inquinamento. Modera Paolo Inglese, con interventi sul tema di Giuseppe Barbera e Rosario Schicchi.

Alle 13.00 torna la consegna presso lo stand del vivaista vincitore del Premio Zagara d’Autunno 2022. Ogni anno viene assegnato per la migliore esposizione, collezione botanica e allestimento stand botanico. 

Laboratori per ragazzi da 5 ad 11 anni

Venerdì 28 alle 16.00 “Dipingiamo in Orto”. Tra i suggestivi viali dell’orto botanico avranno la possibilità riprodurre la particolare atmosfera di questo immenso e suggestivo giardino. Utilizzando stravaganti supporti e coloratissime tempere, i bambini potranno coglieranno la magia di questo luogo così suggestivo e affascinate.

Sabato 27 ottobre alle 16.00 “Caccia al tes’Orto!”. Tra indovinelli, divertenti rime, foglie, fiori e piante da riconoscere, alla scoperta degli angoli più belli di questo meraviglioso e immenso giardino. Alla fine dell’attività ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di “piccolo investigatore botanico”.

Domenica 30 ottobre alle 16.00 “Che viso da…vaso!”. Visitare l’orto botanico giocando e uno dei modi più belli per poterne conoscere la storia e le meravigliose piante e specie arboree che lo abitano.

Durata 60 min. – Biglietti 8,00 

Condividi su

ti potrebbe interessare anche