Cerca
Close this search box.
  • Home
  • Mostre
  • “IO SONO astrazione ed empatia”, la mostra personale di Sonja Streck a Siracusa

“IO SONO astrazione ed empatia”, la mostra personale di Sonja Streck a Siracusa

6 Aprile 2024

4 Maggio 2024

Siracusa
Galleria Montevergine artecontemporanea
Sonja Streck

Si intitola “IO SONO astrazione ed empatia”, la mostra personale di Sonja Streck che sarà ospitata ad Ortigia (Siracusa), dal 6 aprile al 4 maggio alla galleria Montevergine. L’esposizione è a cura di Marilena Vita.

Streck nasce da una famiglia di creativi vicino Stoccarda e qui frequenta l’accademia di belle arti. A 25 anni si traferisce a Zurigo e lavora nel campo della moda e del design, fino a quando qualche anno fa arriva in Sicilia e si stabilisce a Catania. Nell’isola il suo modo di dipingere subisce un processo di trasformazione. Gli elementi figurativi che hanno contraddistinto negli anni la sua pittura, diventano forme astratte dai colori armoniosi, che conferiscono alla composizione pittorica un’atmosfera quasi onirica.

Il percorso espositivo propone una selezione di opere realizzate dal 2018 a oggi e di immagini fotografiche inedite dell’artista. “Per comprendere meglio la pittura della Streck – scrive Marilena Vita nel testo critico della mostra – è importante capire il contesto in cui si  forma l’artista, ma ancora più fondamentale è il viaggio che la porta  in Sicilia dove finalmente trova il  luogo ideale per approfondire la sua ricerca artistica. Immersa nella luce e nei colori dell’isola, l’artista dà vita a una ricerca in cui segno, colore, superficie vengono usati per raccontare la sua storia, ricerca questa, che sarà determinante per un nuovo linguaggio pittorico”.

Nella pittura della Streck il supporto dell’opera diviene esso stesso spazio di espressione, dove l’artista manifesta la sua libertà, l’interiorità, la sensibilità e la spiritualità. Su ogni supporto usato che sia legno, cartone o materiale riciclato, l’artista costruisce una mappa di segni e colori e li trasmette a chi ne fruisce creando un dialogo con l’osservatore.

Condividi su

ti potrebbe interessare anche