Cerca
Close this search box.
  • Home
  • Musica
  •  “Note di Periferie” a Palermo, la rassegna che porta la musica a Pallavicino

 “Note di Periferie” a Palermo, la rassegna che porta la musica a Pallavicino

20 Settembre 2022

10 Novembre 2022

Palermo
Chiesa Maria Santissima Assunta di Valdesi e Villa Magnisi 
20.45
Ingresso con contributo libero
note di periferie

“Note di periferie” è la mini rassegna organizzata dall’associazione MusicaMente di Palermoche si terrà dal 20 settembre al 10 novembre, tra la Chiesa Maria Santissima Assunta di Valdesi e Villa Magnisi nel quartiere di Pallavicino.

Un percorso articolato che coinvolge luoghi diversi da quelli abitualmente interessati dagli eventi musicali del capoluogo siciliano, L’iniziativa è inserita nel progetto con cui l’amministrazione comunale di Palermo sostiene le attività di spettacolo dal vivo nelle aree periferiche del territorio, grazie a risorse rese disponibili dal Ministero della Cultura.

Note di periferie, il programma nel dettaglio

La rassegna si aprirà il 20 settembre, alle 20.45, presso la chiesa Maria Santissima Assunta di Valdesi con il nuovo progetto dell’Arianna Art Ensemble  Voci del Mediterraneo. M’è dolce naufragar in questo mare, che vedrà la collaborazione del polistrumentista Mario Crispi, musicista fondatore degli Agricantus,ai flauti etnici e della cantante Debora Troìa.

Un progetto che ruoterà attorno a musiche popolari tipiche dei paesi baciati dal Mediterraneo: dalle antiche canzoni della tradizione Siciliana, a quelle della Spagna, Israele, Grecia, Puglia, Basilicata e Albania. Paolo Rigano sarà alla chitarra barocca, Silvio Natoli al colascione, Bouzouki e oud, Cinzia Guarino al clavicembalo e Giuseppe Valguarnera alle percussioni.

Il 16 ottobre, invece, sempre presso la chiesa Maria Santissima Assunta di Valdesi, alle 20.45, si terrà il concerto dal titolo Un concerto d’Amore. Protagonisti saranno Alessandro Nasello al fagotto barocco e flauto, Sara Bagnati, al violino, Giorgio Chinnici alla viola d’amore e viola, Gioacchino Comparetto all’oboe d’amore e oboe, Marco Lo Cicero alla viola da gamba e violone, Viviana Caiolo al violoncello, Cinzia Guarino al clavicembalo.

Sette musicisti e undici strumenti che raramente si ha occasione di ascoltare e ammirare, per un programma vario e virtuoso che incorona il compositore e organista tedesco Georg Philipp Telemann come principe della serata.

Il 20 ottobre, invece, alle 20.45, a Villa Magnisi, verrà presentato Corrispondenze, il nuovo progetto del duo fondatore dell’Arianna Art Ensemble, Paolo Rigano (chitarra barocca e liuto) e Cinzia Guarino (Clavicembalo).

La rassegna si concluderà il 10 novembre, alle 20.45, sempre a Villa Magnisi, con lo spettacolo Morceaux de Moliére di Adriana Rigano con attori Cocò Gulotta, Elena Pistillo, Silvia Di Giovanna, Mariagnela Sagona, Alessandro Pennacchio e le musiche dell’Arianna Art Ensemble.

Tutti gli spettacoli saranno preceduti da un seminario introduttivo al repertorio e agli strumenti utilizzati.

Condividi su