Cerca
Close this search box.
  • Home
  • Agrigento
  • Distributori di benzina che parlano siciliano, arrivano anche a Palermo

Distributori di benzina che parlano siciliano, arrivano anche a Palermo

distributore di benzina parla in siciliano

Mentre state facendo rifornimento potrebbe capitare di imbattervi in un distributore che parla siciliano. Non è uno scherzo, succede davvero in diverse stazioni di servizio Eni, che hanno pensato di far dimenticare ai clienti l’aumento dei prezzi con una bella risata.

Se vi trovata a Favara per esempio, potrebbe, dunque, capitare di sentirvi dire: “Scrivu u codice ncapu a tastiera e poi pi confermari premi u buttuni virdi” o ancora “leva a carta“. La voce guida del distributore parla in siciliano e con un accento rigorosamente favarese. La novità è piaciuta a molti clienti, tanto che la stazione di rifornimento viene presa d’assalto.

Distributori di benzina che parlano siciliano e altri dialetti

Il distributore che parla in dialetto è stato messo a punto dall’azienda Fortech in collaborazione con Eni e si basa su smartOPT, un sistema che, oltre a permettere di scegliere lingue internazionali, consente anche d’impostare il dialetto del luogo. I terminali digitali in oltre 1.700 Eni Live Station in tutta Italia si esprimono anche nei dialetti locali di oltre 100 province.

Il progetto si inserisce nel contesto dell’evoluzione tecnologica dei terminali delle stazioni di servizio, perché il dialetto è una delle tradizioni che contraddistinguono i territori e contribuisce a creare un senso di appartenenza, offrendo spesso espressioni capaci di esprimere leggerezza, ironia e immediatezza.

In Sicilia, dopo quello di Favara, saranno presenti altri distributori che parlano siciliano anche a Palermo e provincia.

Condividi su