• Home
  • News
  • Riaprono i magazzini della tonnara Florio a Favignana

Riaprono i magazzini della tonnara Florio a Favignana

tonnara florio favignana

La tonnara dell’ex stabilimento Florio di Favignana è un pezzo della nostra storia e oggi torna a vivere con una veste nuova. L’imprenditore palermitano Fabio Tagliavia ha deciso di riaprire la tonnara e riportarla al suo antico splendore. Tagliavia ha recuperato i magazzini e la zona rimessaggio. Così, grazie a un’opera di riqualificazione conservativa che si concluderà definitivamente nel 2023, arriverà l’apertura degli spazi delle trizzane, pensati per ospitare mostre ed eventi che diano voce alle creatività locali.

Un percorso sensoriale alla tonnara

Vecchi magazzini frequentati dai “tonnaroti”, tufo bianco tipico delle Egadi, legno segnato dalla salsedine e arnesi per la caccia dei tonni. I visitatori saranno immersi in un percorso sensoriale in un luogo con oltre 130 anni di storia. Oltre alla ciclopica architettura a tre navate che ricorda una chiesa gotica, sotto l’edificio c’è la grande cisterna con canalizzazione che, in passato, raccoglieva le acque piovane per il sostentamento idrico. Oggi, di questa importante riserva sotterranea, è possibile ammirarne dei punti grazie a una parte pavimentata in vetro e illuminata.

“Punto a costruire un percorso emozionale autentico a 360° gradi, ricreando una piccola città nella città dal grande valore storico-culturale – spiega Tagliavia – finita l’esperienza di mare, la gente ha voglia di cambiare scenario e farsi rapire dalla magia che l’isola offre al suo interno. Entrando qui si trova la risposta. Gli spazi parlano da soli e attraversandoli si respira nel modo più autentico la storia di questo luogo che oggi rinasce nell’incontro tra persone attraverso la cultura, che sia legata all’archeologia industriale o all’arte o, ancora, alla storia del luogo e dei Florio e, infine, all’enogastronomia, con il tonno e il Marsala

La storia della tonnara Florio

La famiglia Florio prese in affitto la tonnara per la mattanza nel 1841; successivamente ampliò e ristrutturò la tonnara, costruendo lo stabilimento per la conservazione del tonno. Lo stabilimento fu il primo nel suo genere: il rivoluzionario metodo della conservazione del tonno sott’olio dopo la bollitura e inscatolamento. Alla Esposizione universale del 1891-92 la famiglia Florio presentò le innovative scatolette di latta con apertura a chiave.

Nel 1991 lo stabilimento fu acquisito dalla Regione Siciliana e oggi è uno splendido esempio di archeologia industriale. Al suo interno sono presenti un museo con sale multimediali e testimonianze video legate alla mattanza e alla tonnara. Inoltre un'”antiquarium” con reperti archeologici ritrovati nell’arcipelago, tra cui alcuni rostri della battaglia delle Egadi.

Condividi su

ti potrebbe interessare anche