• Home
  • News
  • Un tuffo nel passato con “la cucina della priora” a Santa Caterina

Un tuffo nel passato con “la cucina della priora” a Santa Caterina

10 Giugno 2022

26 agosto 2022

Palermo
Monastero di Santa Caterina
Dalle 19.00 alle 22.00
Da 15 a 25 euro

Biglietti acquistabili sul sito di Coopculture

la cucina della priora

Minne di Vergini, mustazzola, cannoli e tante altre prelibatezze fanno parte le patrimonio culinario siciliano da secoli. Oggi è possibile assaggiare queste specialità, preparate con le antiche ricette di una volta, all’interno del monastero di Santa Caterina d’Alessandria.

Accanto alla dolceria, è nato un altro ambizioso progetto: “la cucina della priora“. A partire da venerdì 10 giugno e fino al 26 agosto sarà possibile degustare piatti tipici della nostra tradizione: dall’arancina piccante di Pasquetta al baccalà fritto condito in agrodolce. Un progetto che ci riporta alle radici della nostra cucina.

Un tuffo nel passato

Nei monasteri la frugalità era la regola: poca carne e tante verdure. Ma non per questo all’interno di monasteri e conventi si mangiasse male. Al contrario, le monache si ingegnavano per far nascere piatti saporiti, ad esempio pescando dai ricettari delle famiglie d’origine. Le ricette erano segrete e venivano trasmesse solo oralmente, dalle anziane alle giovani, perché le monache avevano paura di esser copiate.

Oggi il monastero di Santa Caterina ci fa un grande regalo, dandoci la possibilità di degustare alcuni dei piatti di una volta grazie al progetto “la cucina della priora“: l’arancina piccante di Pasquetta, il baccalà fritto, i peperoni a sfincione con pomodoro, pangrattato, uva passa e pinoli; le polpette dolci fritte, tipiche della cucina dei Monsù: carne, formaggio e cannella, ricoperte da mandorle e cioccolata; il tutto accompagnato da un calice di vino siciliano o una birra della vicina abbazia di San Martino delle Scale.

E che dire della location? A fare da sfondo a questa cena dagli antichi sapori, lo splendido chiostro silenzioso, nel cuore del giardino segreto del monastero illuminato da tante piccole luci.

Al termine della cena è possibile concludere la serata in bellezza con la visione di Exstasis, il videomapping in 4k di Odd Agency, un grande spettacolo multimediale nella Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, proiettato sulle pareti e tra i marmi della chiesa del centro storico.

La cucina della priora: come prenotare

Per “La cucina della priora” sono previste diverse formule di coupon, con e senza lo spettacolo di Exstasis. La cucina sarà aperta ogni venerdì, fino al 26 agosto, dalle 19.00 alle 22.00. Il costo dei biglietti parte da 25 euro per il biglietto intero, 15 euro per il ridotto under15, + 5 euro per assistere a Exstatis.

Le prenotazioni possono essere effettuate sul sito di Coopculture

Condividi su

ti potrebbe interessare anche