Tornano le Feste Archimedee, il festival dedicato ai giovani

17 Giugno 2022

18 Giugno 2022

Siracusa
Ortigia
19.00

Per tutte le info sul programma visita il sito dedicato

feste archimedee

Tornano per la nona edizione le Feste Archimedee, il festival dedicato ai giovani. Siracusa ancora una volta si trasforma in capitale del talento giovanile; mentre Ortigia sarà il teatro a cielo aperto in cui andrà in scena il “genio giovanile” in tutte le sue forme d’arte.

Il 17 e il 18 giugno nel suggestivo scenario di piazza Minerva, fra vicoli, piazze, chiese e templi. Due giorni di musica, arte, scienza e cultura dedicati al talento e al genio giovanile, per eleggere Siracusa capitale mediterranea dell’infanzia e dei giovani.

Il festival

Le Feste Archimedee nascono con l’obiettivo di attivare, promuovere e valorizzare i migliori estri giovanili del territorio. Ogni anno vengono costituite delle sezioni tematiche (teatro, arte, musica, danza, letteratura e scienza) in cui si presentano opere sperimentali che concorrono al riconoscimento del premio Feste Archimedee. Il premio sarà consegnato anche a personalità che si sono particolarmente distinte in ambito artistico, culturale, scientifico e politico per interventi a favore del mondo giovanile. Nessun intento competitivo, piuttosto il desiderio di offrire esempi di genialità che siano sprone e stimolo soprattutto per gli adulti.

Feste Archimedee 2022: cosa ci aspetta

Il cartellone di questa nona edizione è ricco di eventi: si alterneranno laboratori scientifici e artistici, una mostra di fotografia sullo storico delle Feste realizzata da Marcello Bianca, esibizioni musicali, canore e di danza. Spazio anche alla break-dance, con la straordinaria esibizione di Alis Bianca. Sul palco anche la ballerina siracusana Serena Marchese, tra le protagoniste dell’edizione 2021 della trasmissione Amici. Spazio anche a un mega torneo di scacchi, a cui prenderanno parte 64 piccoli partecipanti. E tanto altro ancora.

L’evento prenderà il via il 17 giugno alle ore 19:00 e si concluderà il 18 giugno con la partecipazione straordinaria di Luca Barbarossa.

Sarà un’edizione della resilienza e della rinascita- anticipa Carlo Gilistro, pediatra siracusano ideatore della kermesse-, l’opportunità di far uscire allo “scoperto” i nostri bambini, i nostri ragazzi, per riappropriarsi delle piazze e di splendidi siti del nostro centro storico; per dare spazio alla loro vivacità intellettuale, artistica e alla vita sociale reale, concreta, fatta di odori, sapori e soprattutto colori, in un mondo che è stato reso da pandemia e guerre davvero grigio e cupo”.

Per tutte le info sul programma visita il sito dedicato.

Condividi su

ti potrebbe interessare anche